Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 27 marzo 2008


Ecco la prima ricetta di “Giovedì…sperimentiamo?”
L’idea non era questa, l’idea che mi balenava in testa in questi giorni era quella di fare un risotto al limone e timo ma poi ieri durante il tragitto di ritorno a casa ho avuto la folgorazione.. si perchè di folgorazione si tratta: ” ma come verrebbe un risotto se al posto del brodo ci mettessi il thè?” .
Beh il colore è simile e alla fine non si discosta molto da un brodo vegetale no??? Acqua bollente profumata con verdure, acqua bollente con foglie di thè..
Io vado matta per i thè e una volta al mese vado a rifornirmi nel negozio in paese (quello dove ho preso la famosa “fragola piccantina” che Lory ha usato per il suo caramello).
Ogni volta che vado li provo un infuso o un thè diverso, mai uno uguale e così il mio naso è stato inebriato dal “Thè verde e rosa gialla”. Solitamente non vado matta per i thè verdi ma il profumo di quello mi ha conquistata fin tanto che ieri ci ho pure fatto un risotto!
Il risultato non è male ma è da perfezionare, la delicatezza del thè si sente anche se resta un pelino troppo amaro, diciamo che è un risotto particolare, spero di riuscire a migliorarlo.

INGREDIENTI (a persona):
– 80-100gr. riso carnaroli
– 2 tazze di thè verde alla rosa gialla
– 1/4 di scorza di un limone
– 2 boccioli di rosa gialla
– 1 noce di burro
– 2 rametti di timo
– 1 cucch.ino di sale grosso

PREPARAZIONE:
Prepariamo innanzitutto il thè, mettiamo sul fuoco l’acqua (2 tazze abbondanti) e portiamo quasi al bollore, spegnamo e aggiungiamo 2 cucchiai e 1/2 di thè verde alla rosa gialla; lasciamo in infusione per 2 minuti poi lo filtriamo.
Prendiamo un limone e preleviamo la scorza per 1/4 della sua dimensione e la tagliuzziamo a listarelle (se avete il rigalimoni è meglio).
Portiamo a sobbollire il thè filtrato con un cucchiaino di sale grosso e intanto in un’altra pentola mettiamo sul fuoco il burro e i boccioli di rosa (i petali e basta) – potete usare anche quelli che avete filtrato dal thè.
Aggiungete il riso e fatelo tostare poi aggiungete metà della scorza di limone e portate a cottura con il thè come per un normale risotto; a metà cottura aggiungete le restanti scorze.
Una volta pronto il riso aggiungete qualche fogliolina di timo e lasciate riposare per due minuti.
Servite in tavola

p.s. per provare come risultava ho aggiunto in seguito due tipi di formaggio diverso, in una parte del parmigiano, dall’altra qualche pezzetto di formaggella di capra semistagionata, niente male ma non caratterizzano il piatto.

Annunci

Read Full Post »

A. Mucha – Biscuits Lefevre – Utile – 1896

è giovedì, e il giovedì viene dopo il mercoledì giorno in cui solitamente ceno da sola..
e cosa faccio quando ceno da sola?!?! Pasticcio in cucina, o per dirlo più elegantemente sperimento, azzardo, provo a realizzare quello che la mia mente contorta di artista-designer continua ininterrottamente a elaborare a tutte le ore del giorno.. si perchè pure quando vado a letto lei continua a lavorare e se non sono idee di oggetti beh state pur certi che sono abbinamenti culinari.
L’idea è quella di creare una sottospecie di rubrica, sperando vada meglio de: ” Il pelo nell’uovo”.
Uno spazio interno al mio blog che dovrebbe cadere periodicamente ogni giovedì in cui posto quelle ricette più o meno azzardate elaborate il giorno prima, sia che siano una riuscita sia che siano un vero disastro in modo da poter migliorare la ricetta grazie anche ai vostri consigli.
Più tardi vi mostro cosa ho fatto ieri, ora, ahimè devo uscire per commissioni.

Read Full Post »