Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

…un nuovo inizio..

Dopo 4 anni e qualche cambiamento ho deciso di riprovarci.. da capo con un nuovo pics&food’s blog .
Questo blog resterà attivo per quanto riguarda le ricette ma i commenti verranno chiusi, anche perchè dopo 4 anni non avrebbe senso tenerli aperti.

Read Full Post »

Un giorno mia mamma se ne salta fuori con una farina apposta per fare il pane nero.. (quella di questa ricetta qui).. e da li ho sempre usato quella ogni volta che avevo bisogno di pane e i negozi erano chiusi, ma questa volta mancava anche lei così mi sono messa a fare la “piccola chimica” o la “giovane marmotta” o la “stramba panificatrice” e un po’ di questa un po’ di quella e un po’ di quell’altra è venuto fuori proprio un ottimo pane.
Ho preso la farina rimacinata di grano duro che avevo comprato per far la pasta in casa con la mia cara Titania, comprata e non ancora battezzata, poi un po’ di Manitoba e un po’ di 00, una bella manciata di semini misti, e tutto ciò che serve per fare il pane.
Croccante fuori e soffice e profumato dentro, proprio il mix che cercavo, il giusto compromesso tra gli ingredienti, anche il sale era giusto e così ci ho preso mano e dopo tre giorni l’ho rifatto provando a scambiare gli ingredienti, meno manitoba e piu “00” ma il risultato non mi ha soddisfatta così sono tornata alla prima versione, quella che vi presento oggi

INGREDIENTI
– 200gr. farina rimacinata di grano duro
– 200gr. farina manitoba
– 200gr. farina 00
– 1 cucc.no di sale fino
– 25gr. di lievito fresco (1 cubetto)
– 2 cucc.ni di zucchero
– 2 cucc. di olio extra
– semini misti
– 120ml. di acqua tiepida
– 160ml. di latte

PREPARAZIONE
Pesate le tre farine e miscelatele insieme, a parte fate sciogliere il lievito con lo zucchero, basterà ricoprirlo con lo zucchero e aspettare qualche istante, poi lavoratelo con un cucchiaino per ottenere un liquido marroncino.
Disponete la farina a fontana e spolverate i bordi esterni con il sale, disponete al centro il lievito stando attenti che non venga a contatto con il sale e iniziate a lavorare l’impasto, aggiungete ora l’olio e lavorate, poi pian piano l’acqua miscelata al latte, impastate bene il tutto, quando gli ingredienti saranno ben amalgamati aggiungete i semini e lavorate la pasta energicamente ripiegandola più volte su se stessa, fatelo per almeno dieci minuti. Disponete la palla ottenuta in una ciotola e copritela con un canovaccio, lasciate lievitare un’oretta.
Passato il tempo riprendete l’impasto e lavoratelo per altri dieci minuti ripiegandolo piu e più volte, dividetelo in tre parti uguali e create una treccia. Disponete il pane in uno stampo da plumcake precedentemente unto, coprite e lasciate lievitare per un’altra ora almeno.
Scaldate il forno a 175° e infornate il vostro pane, quando prenderà colore in superficie estraetelo dallo stampo e lasciatelo cuocere altri 5/10 minuti in forno…

Sfornate e cedete alla tentazione di assaggiarne una fetta calda!

Read Full Post »

di metal e sfighe..

Quando la sfiga arriva, beh …. Si salvi chi può!
Avete presente quella nuvoletta fantozziana che vi segue e vive con voi per un non ben determinato lasso di tempo?! Beh ora quella vaporosa nuvoletta gira sopra le nostre teste, mia e del capellone e a quanto pare non ne vuole sapere di andarsene..Tutto ebbe inizio tre domeniche fa, il 6 luglio quando alzatici di buon ora siamo partiti alla volta di Conegliano Veneto e dintorni.. meta “Bosco delle Penne Mozze” o meglio ai suoi piedi per una festa di beneficenza alla quale gli Ice9 erano stati chiamati a suonare. Luoghi di una bellezza indescrivibile, bella festa animata da tanto spirito, solidarietà e fraternità se non che verso le 17:00, giusto quando capellone e compari salivano sul palco, un temporale di quelli giusti e interminabili non si è scatenato sulla vallata e sulla festa.. Concerto annullato ma “gotto” assicurato, un po’ di tensione e nervosismo per un qualcosa che, viste le previsioni meteo, poteva essere organizzato meglio.. ma chi pensava che quella nuvola vaporosa e grigia sarebbe rimasta sulle nostre testoline?!Io no di certo..
La settimana inizia e prosegue così così; qualche problemuccio al lavoro ma il sabato sarebbe arrivato presto e con lui anche il concerto degli Opeth! E così è stato.
Partenza da Verona in tarda mattinata, capatina dalla Lucy che per l’occasione aveva preparato un pranzetto luculliano e poi diretti all’ Idroscalo di Milano dove si stava svolgendo l’ Evolution Fest. Giornata splendida, arieggiata ma calda; un susseguirsi di gruppi, alcuni piacevoli altri meno fino alle 20:30 circa quando salgono sul palco loro..Nell’aria c’è curiosità di vedere all’opera il nuovo chitarrista e un po’ di apprensione per la voce del cantante appena guarito dalla varicella presa dalle sue figliolette..I dubbi si sciolgono subito alla prima canzone e il gruppo fa una delle migliori performance che gli abbia mai visto fare (era la quarta volta che li vedevamo).Qualche problemuccio con l’audio (voce bassa e basso alto) ma siamo in Italia e per di più a un festival.. che cosa ti aspetti?!?!
Gli “svedesoni” (tranne il bassista uruguaiano) suonano la loro ora e mezza, un perfetto mix di canzoni vecchie e nuove che ci hanno soddisfatto e accontentato.. il tempo passava e, stregati dalla bravura e dalla potenza dei loro suoni non ci siamo accorti che il cielo imbruniva… da azzurro è diventato bianco, da bianco è diventato grigio e da grigio è diventato rosso violaceo e li in mezzo saette viola spaccavano il cielo.. Giusto in tempo per finire l’ultima canzone, salutare il pubblico ed è iniziato il finimondo, il vento in men che non si dica ha portato la pioggia pesante e gelida sulle nostre teste.. Il tempo di uscire dal parco (due minuti) ed eravamo zuppi d’acqua, da li a pochissimo sarebbero scese delle nocciole di ghiaccio..non si può arrivare alla macchina, la grandine aumenta così ci ripariamo sotto al tetto del camioncino del panettaro ma la grandine non smette anzi.. alcune nocciole diventano mandarini e io comincio a star male pensando alla mia povera macchinina (non ha ancora un’annoo!!)..
Dopo una quindicina di minuti smette di grandinare e il cielo si apre, raggiungo la macchina con passo spedito…
Che vi devo dire?almeno 400€ di danni..poteva andare peggio e sopratutto l’importante è non aver preso il ghiaccio in testa ma; sarà finita la sfiga!?
Certo che no…
altri problemoni al lavoro per quel che riguarda me, il collega nuovo del fichingo dopo un giorno scappa lasciandoli ancora con un posto vacante e giovedì il capellone in macchina non riesce a frenare in tempo, quelli davanti avevano inchiodato, e va addosso a quello davanti.. 2000€ di danni stimati più quelli, fortunatamente minimi, dell’altra macchina coinvolta..
Domenica poi cancellano la festa a cui avrebbero dovuto suonare sabato (data rimandata ancora una volta)…
e ora?!?! ho paura che succeda qualcos’altro, intanto una cosa è certa, quest’anno niente ferie..
Evviva luglio!!! e si salvi chi può!

Read Full Post »

No! … ai fornelli!

In questi giorni sto scioperando.. da cosa?!?!
Ma dagli adorati fornelli!!
ha fatto parecchio caldo ultimamente (ed è giusto così, siamo in estate) ma in casa la temperatura sale come niente e in men che non si dica si raggiungono i 30 gradi!
Fortunatamente nell’ultima settimana l’afa sembra sparita, ha piovuto in giro ma non a Verona.. eppure io l’acqua me la sono presa e bella ghiacciata..
Avete sentito della grandinata di sabato sera a Milano? Beh .. e io dove volevate che fossi?!? Proprio in quel de Milan!!
Oltre a una capatina veloce dalla mami che ci ha preparato un pranzetto estivo luculliano (mamma non mi leggi – e forse è meglio così – ma i tuoi peperoni ripieni erano buonissimiii) siamo andati all’ Idroscalo per un festival .. (metal ma che ve lo dico a fare?!?) tralascio i particolari visto che non so quanto interesse susciterei in voi.. fatto sta che appena gli Opeth hanno messo giù le chitarre e hanno ringraziato il pubblico il vento si è alzato e giù il brodo.. ma mi piacerebbe raccontarvi il tutto nel prossimo post quindi torno al mio sciopero!
Fatto sta che anche se ora abbiamo “solo” 27 gradi in casa non mi va proprio di provocare l’innalzamento del calore quindi evito più che posso di accendere il fuoco e così la maggior parte delle nostre cene consiste in piatti freddi e ricche insalatone.
Eccovene uno, non serve a molto darvi la ricetta, chiunque sa com’è fatta una caprese e chiunque saprebbe farsela, io ci ho aggiunto solo un po’ di cipolla di tropea ma va a gusti.

INGREDIENTI (a persona):
– 1 mozzarella (vaccina o di bufala come la preferite voi)
– 2/3 pomodori san marzano o datterino maturi ma sodi
– cipolla di tropea
– olio d’oliva
– aceto di mele
– sale
– pepe nero
– basilico fresco

PREPARAZIONE:
e come ve lo spiego?!?! eheheh
Lavate i pomodori e affettateli come più vi piace, finemente (io li adoro fini fini il capellone li preferisce spessi) conditeli con olio, pepe e aggiungete il sale solo prima di servire altrimenti i vostri pomodori faranno acqua.
Tagliate sottilmente una cipolla di tropea ma va bene anche una cipolla rossa, conditela con poco olio, pepe e aceto se ve ne va.
Componete il piatto, salate i pomodori, tagliate una mozzarella a fette dello spessore di 5/7mm e adagiatela su un letto di pomodori, poi contornate con la cipolla, qualche fogliolina di basilico e via in tavola ..
Io non amo mettere l’olio sulla mozzarella, a me piace così ma non ho ancora trovato qualcuno che la pensa come me, vedi piatto fotografato, chiunque lo fa, io no, mi piace sentire il latte e basta, niente sale, niente olio niente pepe; ottima con bei bicchieroni di acqua fresca, la bevanda più buona e rinfrescante che ci sia!! o no?

Read Full Post »

aromatica..

cosa fare con le uova??…
no no, ahimè questa frittatina aspetta da tempo nella cartella “food” direi da maggio;
avevo degli albumi da usare visto che i tuorli li avevo impiegati in altro ma non chiedetemi in cosa.. è passato troppo tempo.
Cosa c’è di più semplice di una frittata? io credo nulla; deve essere stata una delle prime cose che ho imparato a cucinare e ogni volta che ne ho voglia mi sbizzarrisco con gli ingredienti; si perchè, diciamocela tutta, la frittata sta bene con tutto anche con un po’ di marmellata di frutti rossi sopra!
Spesso mi è capitato di aggiungere degli albumi alle uova intere per non buttarli via ma fare una frittata di soli albumi non avevo mai provato poi mi son ricordata che Sere ne aveva parlato e qualcuno, forse proprio lei, me l’ha consigliato nel post qua sotto.. allora non avevo problemi di far fuori le uova (sto ancora pensado a cosa farci) ma solo di non buttareli via.
Volendo restare sul leggero ho deciso di dar sfogo alla mia creatività di potatrice di erbette aromatiche e, forbice alla mano, mi son messa a tagliuzzare di qua e di là..
Risultato? Una frittatina delicata, profumata e leggera.

INGREDIENTI:
– timo fresco
– salvia
– maggiorana
– erba cipollina
– olio o burro
– 7 albumi d’uovo
– sale q.b.

PREPARAZIONE:
Lavate le erbette aromatiche, defogliate il timo e la maggiorana, tagliuzzate finemente le foglie di salvia e l’erba cipollina, unite tutto insieme.
Sbattete gli albumi con l’aiuto di una forchetta, unitevi le erbette aromatiche, salate.
Scaldate in una padella antiaderente un po’ d’olio o burro e unitevi il composto preparato, fate cuocere su entrambi i lati.
La frittata può essere mangiata calda o fredda accompagnata da una buona insalatina di valeriana o di quello che preferite.

Read Full Post »


In queste giornate strambe vien voglia di pensare all’estate o almeno a un clima decente che non cambi di continuo.. non so più come vestirmi alla mattina.. se metto i maglioni di lana e la giacca pesante finisce che muoio di caldo, quando finalmente metto il maglioncino di cotone finisce che viene a piovere e ho freddo..
Almeno in cucina ho voglia di colore e così stufa anche di mangiare la carne è nato questo piatto, questo abbinamento di colori e sapori non è proprio niente male!
Le rose di prosciutto sono ottime anche per una cena tra amici e il tomino caldo beh.. a chi non piace?!

INGREDIENTI (a persona):
– 1 zucchina di media grandezza
– 1 tomino
– 3 fette di crudo non troppo dolce
– olio extra v.
– curry

PREPARAZIONE:
Lavate e asciugare la zucchina, prendete un pela patate e “spelate” la zucchina, mettete la “buccia” verde scuro da parte, prende il resto della zucchina e tagliatela a fettine di 2/3mm per il lungo, ne ricaverete 5/6 fettine.
Scaldate per bene una bistecchiera e grigliate prima le buccie, basteranno pochi minuti, toglietele e disponetele intrecciate nel centro del piatto. Ora grigliate le altre zucchine su entrambi i lati, senza bruciarle e una volta pronte mettetele in un piatto e conditele con olio extra v. e una spolverata di curry, rigirate per bene per condire entrambi i lati, lasciate raffreddare completamente.
Lasciate la pentola sul fuoco e mettete il tomino a cuocere facendo attenzione a non rompere la crosta esterna, cuocetelo bene da entrambi i lati, la crosticina deve diventare croccante. Nel frattempo prendete tre fette di prosciutto crudo stendetele, disponete sopra una fettina di zucchina condita, chiudete a portafoglio e avvolgetela creandone delle rose che metterete sul piatto, aggiungete il tomino e correte a mangiarlo quando è ancora caldo.

Read Full Post »

no no, per amor del cielo, anche se a volte vorrei proprio iscrivermi all’università e prendere la seconda laurea.. magari tra qualche annetto..
cmq “qualcuno”.. anzi più di “qualcuno” la cara Aiuolik e la cara Nightfairy mi hanno dato un bell’ “Excellent” !!! Cavolo un bel voto no?? direi su per giù un bel 9 … e allora mi son messa a pensare ai tempi della scuola.. “quanti 9 in pagella ho preso nella vita?!?” elementari e medie solo in educazione artistica poi al liceo si sono trasformati in scultura e in educazione fisica anche in storia ma qualcuno mi ha abbassato i voti.. va beh…
In accademia poi i voti sono stati trasformati in trentesimi e allora gli “excellent” sono aumentati..
ma ..
ma un 9 in cucina è un voto ben più ambito sopratutto perchè a darmelo sono due super cuoche che ammiro molto.. non sapete quanto io apprezzi questo meraviglioso premio, mi sento lusingata e non riesco a dirvi quanto!
ora dovrei anche io valutare/nominare i miei “chef” preferiti!! e quindi iniziamo!!

Nightfairy – La collina delle fate
lei mi ha regalato questo preziosissimo premio ma, prima di riceverlo da lei avevo già pensato di assegnarle un bell’ Excellent quindi eccolo..
Per i dolci splendidi che fai, sempre nuovi e interessantissimi e sicuramente ottimi da mangiare, per la passione e la cura che ci metti a prepararli perchè sei la mia pasticcera preferita e ti adottiamo subito!! =)
Lory – La mercante di spezie
da lei sto imparando tante cose, l’ho scoperta quando il mio blog è nato, è una Chef(fa) coi fiocchi, le sue spiegazioni ma sopratutto quello che sta intorno alle sue ricette ti fa appassionare alla cucina e ai piatti che prepara.. e li prepara in modo “Excellent” !
Salsa di sapa – Qualcosa di rosso
che dire.. propone sempre ricette interessanti e intriganti, un po’ fuori dal normale e sopratutto da lei si impara ad usare i prodotti di stagione e a renderli al meglio.. insomma un Excellent blog da tenere sempre sott’occhio!
Erborina – Erborina in cucina
e qua.. insomma anche da lei, come da Salsa di sapa si impara a osare… è bravissima nella realizzazione dei piatti e delle composizioni con le sue foto che sono meravigliose, da libro di cucina! insomma le sue composizioni sono “Excellent”!
Viviana – Cosa ti preparo per cena?
Viviana .. beh come si fa a non votare chi mette simpatia e allegria in tutto quello che fa?! Il suo Excellent è per l’intrattenimento durante la cena, per delle ricette meravigliose alla scoperta della sua Sicilia e non solo, insomma un insieme di allegria e bontà

Read Full Post »

Older Posts »